Indice in ordine alfabetico

A - B - C - D - E - F - G - H I  J - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V -  X - Y - Z
il sito è indicizzato in datbase, per la ricerca interna andare su modifica - trova e digitare parola o tag

L’araldica dello scalpello

L’Araldica dello scalpello, secondo tassello di una trilogia che ha avuto ne L’Araldica del pennino il suo inizio e che avrà ne L’Araldica del pennello il suo epilogo, si propone di continuare, attraverso lo studio delle fonti araldiche torinesi e sulla scia di un’instancabile ricerca nel territorio, il censimento di quell’immenso patrimonio oggetto di studio da parte di ricercatori, storici e cultori della materia. Nell’anno della ricorrenza dei 150 anni dell’Unità d’Italia è ancora Torino, antica capitale dello Stato sabaudo, a fare da sfondo alla terza giornata di studi che è anche momento attraverso il quale diffondere questi nostri atti, frutto di una minuziosa quanto approfondita ricerca storica non senza intenti di sperimentazione, a riprova e testimonianza del grandissimo successo riscontrato dalla seconda giornata, L’Araldica dello scalpello.

Vivant ringrazia gli esperti di fama internazionale e gli appassionati che hanno contribuito al successo dell’iniziativa.

Atti del Convegno del 27 novembre 2010

Formato: 17x24 brossura

408 pagine illustrate a colori

  40,00

Alla ricerca dei fantasmi delle locomotive elettriche Satti di Torino

Una storia ferroviaria della Torino industriale dimenticata: 48 anni di raccordi SATTI al servizio della FIAT Mirafiori e dei Mercati Ortofrutticoli all’Ingrosso di cui sopravvivono alcuni fantasmi ai piedi delle Alpi...

Autore: E. Tripodi

Formato: 17x24 brossura

128 pagine illustrate

  25,00

Armi antiche 2011

l motto di Ricasoli
M.A. Piermartini
La carabina svizzera modello ’53 da Cacciatori  e il suo impiego nel Risorgimento italiano
A. Donato

Artiglierie ad avancarica a Messina. Storia e caratteristiche
E. Ricchiardi

Storia della Divisione La Marmora nel 1849
S. Di Pasquale

Un esercito di straccioni. Fatti militari, armamenti e uniformi alla spedizione dei Mille negli scritti di Ippolito Nievo
R.C. Renda

1859: medici in prima linea

Accademia di S. Marciano

Formato: 17x24

brossura

224 pagine

  25,00

"1601-1604 Cronaca di un assedio." Due generali a confronto sotto le mura di Ostenda

L’assedio di Ostenda durò quattro anni, dal 1600 al 1604 e vi si scontrarono gli eserciti guidati da due generali Maurizio di Nassau e Ambrogio Spinola, considerati rappresentanti più autorevoli di quella che era “L’arte militare” d’avanguardia del momento. A corollario della vicenda storica vengono riportati disegni delle fantasiose “macchine belliche” che ora rivelandosi utili, ora sfociando in clamorosi insuccessi, hanno contribuito a definire una “strategia d’assedio”.

IN ALLESTIMENTO

 

Autore: P. Stefanone

Formato: 30x21 cartonato

pagine 260 

  31,00

 

"1635 - 1655, le Pasque Piemontesi"

Tra l'anno 1635 e il 1655 un triste periodo caratterizzato da due avvenimenti strettamente collegati tra loro: la guerra civile e la rivolta valdese del 1655 nota come  "Le Pasque Piemontesi":  L'autore tratta la questione valdese separando gli scritti degli storici delle due fazioni in modo che il lettore possa farsi una propria idea .Nel crudele XVII secolo il sovrano era sovrano per volontà divina, un suddito era suddito e basta.

Autore: P. Stefanone

formato: 17x24 pagine 317 

 € 35,00

"Cinque mesi sul Don", 

Gli eventi della prima e seconda battaglia sul Don, rivissuti attraveso le lettere e il diario di un ufficiale della Divisione Sforzesca.Il dramma del 53° e 54° reggimento fanteria annientati dai carri armati sovietici nella ritirata da Tcir con 30 gradi sotto zero nel dicembre 1942

Autore: A. Lo Faso di Serrafidalco

Formato 17x24 

pagine 156 

  18,00 

"Ai margini di un conflitto"

Le ultime settimane di  un’immane tragedia, vissute ai margini da uno studente italiano inquadrato nell’aviazione tedesca dal 1944 al 1945, e le cui vicende si conclusero in modo piuttosto picaresco.

Autore: G. Noberasco

Formato: 17x24 - 104 pagine 

 10,00

 

"Alle Fenestrelle" La grande muraglia delle Alpi

Sintesi del libro "Le Fenestrelle", una pratica guida di visita alla Grande Muraglia delle Alpi corredata da 40 fotografie e da immagini d'epoca. La più completa guida per visitare questa meraviglia dell'architettura militare.

Autore: Dario Gariglio

formato: 17x24 cartonato 

pagine88 

  10,00

 

"Alle porte del viaggio"

Cinzia Galletto analizza le il tema del viaggio attraverso i suoi molteplici aspetti, dalla storia al mito, dal mettersi in cammino, fino a proporre originali spunti. Il viaggio vissuto come possibilità di trasformazione interiore, percezione di sè stessi attraverso la scoperta di luoghi sacri, dei templi e dei monumenti del passato, del dialogo con la natura.

Autore: Cinzia Galletto

formato: 17x21

pagine 144 

 13,00 

 

"Amedeo Duca d'Aosta" Morire in pace con Dio e con se stessi

La vita eroica e avventurosa di Amedeo VI, Duca d'Aosta, è la storia vera della sua breve esistenza e risulta più avvincente di un romanzo.

Autore: Mario Bocchio

formato: 17x25 

pagine 61 

 18,00

 

"Anno 2000. Ultima inquisizione"

Un variegato panorama di riflessioni e pensieri sulla società di fine millennio per scoprire il mondo di coloro che osano esprimere idee scomode che l'ipocrisia umana ritiene di dover tenere celate.

Autore: Attilio Panebianco

formato: 17x24

pagine 130 

  13,00

 

"L'araldica del pennino"

Primo tassello di una trilogia – con le altre due giornate di studio L'araldica dello scalpello e L'araldica del pennello i cui atti seguiranno – L'Araldica del Pennino si propone, di fare il punto sull'importanza del patrimonio araldico torinese. Torino dispone di testimonianze araldiche di straordinaria importanza che si impongono  all'attenzione . Le più importanti biblioteche, i principali archivi, i più prestigiosi musei torinesi hanno contribuito alla stesura di questo volume.

Annuario dell’Accademia di S. Marciano. 2009

L’Accademia di San Marciano è un’associazione fra studiosi, amatori e collezionisti, apolitica e aconfessionale, senza fini di lucro. Scopi dell’Accademia sono lo studio delle armi antiche e della tecnologia collegata, della vessillologia, dell’uniformologia, dell’arte e della storia militari, delle fortificazioni, la diffusione dell’interesse in questi campi, la salvaguardia di oggetti e testimonianze, la collaborazione con Musei e altri Enti in questi ambiti.

"Armi in asta europee" del Museo Storico Nazionale di Artiglieria di Torino

Tra i diversi mezzi di offesa che l’uomo ha escogitato nel corso della storia, l’arma d’asta è stata la più duratura e, fino ad una cert’epoca, la più importante. Le numerose varietà di essa (alabarde, picche, partigiane e moltissime altre) sono qui brevemente illustrate nelle loro differenze formali e tecniche, nelle diversità d’uso, nello sviluppo talvolta da attrezzi agricoli, e nel loro decadere fino ad oggetti di pura rappresentanza. La collezione del Museo Nazionale d’Artiglieria può darne una buona  esemplificazione.

Autore: G. Dondi

Formato: 17x24 cartonato

 217 pagine 

 € 25,00

 

"L'armi pietose e I Cavalieri. Cavalleria e Nobiltà."

Parrebbe fuori del tempo raccontare, oggi, di tornei, di caroselli, di cavalli e cavalieri, parlare di un mondo antico, sia pure affascinante, ma che non c’è più e che sembra ormai solo un ricordo di nostalgici. Eppure Vivant continua a farlo e ritiene che parlare di onestà, di importanza della parola data, di sacralità della propria vita al servizio del vero e del prossimo, non sia fuori tempo.  Il lavoro di Della Croce, parte preminente del volume illustrato da belle e vivaci immagini, descrive con precisi riferimenti storici i principali tornei che della cavalleria erano la manifestazione ludica e gioiosa, ma per nulla priva di valori e di profondi impegni. L’appendice, oltre a presentare la singolare storia di Griselda, vede i lunghi elenchi dei partecipanti ai caroselli, nomi di grandi famiglie, spesso impegnati a rappresentare i propri antenati. 

"Armolario Monferrino"

Parlare di araldica e nobiltà monferrina è arduo per il pericolo di uno studio superficiale. La storia del Monferrato è un susseguirsi di guerra, dominazioni e grande instabilità politica così che gran pèarte del patrimonio araldico è andato perduto travolto dagli eventi ed altro non ha trovato organica collocazione nella meticolosa amministrazione sabauda. Questo volume è una raccolta e rivisitazione  di blasoni appartenenti a famiglie autoctone e d'importazione, di personaggi e di eventi di storia minuta che potrebbe essere dimenticata e perduta.

                                       IN ALLESTIMENTO

Autore:  P. Stefanone - T. Moitre

formato: 30x21

pagine 190 

 

 

"Armolario Rivolese"

Questo libro si prefigge di approfondire un aspetto forse poco conosciuto della storia di Rivoli, poiché ripercorre le vicende delle principali famiglie nobili, siano esse autoctone od anche solo «villeggianti», attraverso un’indagine araldica e genealogica. L’araldica è una delle più an-tiche scienze ausiliarie della storia e si occupa degli stemmi, tramite i quali nell’antichità, era identificato un intero nucleo familiare.

Autori:

P.  Stefanone - T. Moitre

Formato: 30x21

pagine 230 - 4 tavole a colori

Volume cartonato finta pelle - Trancia in oro

Tiratura numerata

  36,00

Storia degli "Asinari di Casasco"

Una storia lunga oltre mille anni di una famiglia astigiana che a partire dal 1531, e sino al 2 giugno 1946, passerà “con corpo et spirito” al servizio di Casa Savoia.

"Avito Viret Honore"

Una storia suggestiva degli avi di Sua Altezza Eminentissima il Principe Frà Andrew Willoughby Ninian Bertie, dei conti di Abingdon, 78° Gran Maestro del Sovrano Militare Ordine di Malta, avi che includono santi e arcivescovi, principi e re, governatori e primi ministri, duchi e conti, giudici e avvocati, ammiragli e generali ma anche un capomstro! Un’eredità genealogica in linea maschile iniziante dal XV secolo.

 

Autore: A.M. Garvey

Formato: 17x24 cartonato

pagine 159 

  25,00

 

seguente